Adozione a Distanza
La nostra Parrocchia da qualche anno adotta a distanza un bambino indiano. Quest'anno la comunità ha voluto impegnarsi nell'adozione di un altro bambino con una raccolta affidata ad alcuni operatori pastorali.

Abbiamo inviato il nostro contributo alla

Fondazione L'Albero della Vita onlus


L'Albero della Vita crede nel diritto di OGNI bambino di essere libero di esprimersi, di costruire il proprio futuro lontano dall'emarginazione.

Purtroppo, soprattutto nei paesi più poveri del mondo ogni giorno viene negato a milioni di bambini il diritto ad un infanzia serena:

    * Almeno 700 MILIONI di bambini nel mondo soffrono di privazioni drammatiche
    * 640 MILIONI di bambini non dispongono di alloggi adeguati
    * 500 MILIONI di bambini non hanno accesso a servizi igienici di base
    * 400 MILIONI di bambini non hanno accesso a fonti d'acqua sicura
    * 300 MILIONI di bambini non hanno accesso all'informazione (TV, radio e stampa)
    * 270 MILIONI di bambini non hanno accesso ai servizi sanitari
    * oltre 120 MILIONI di bambini, la maggior parte dei quali sono bambine, non sono mai andati a scuola
    * 90 MILIONI di bambini soffrono di grave carenza di cibo.
(Rapporto ONU 2005)

Di fronte a questi numeri non si può restare a guardare.
Per questo L'Albero della Vita ha deciso di impegnarsi nel Sostegno a Distanza: per dare l'opportunità ai bambini dei paesi più poveri di crescere e costruirsi un futuro nella terra in cui vivono.



Domande e risposte
sul SAD - Sostegno a Distanza

Qual è il contributo da versare ogni anno?

L'impegno per sostenere a distanza un bambino è di 312 euro all'anno, solo 0,85 euro al giorno. La quota viene suddivisa in contributi mensili di 26 euro da versare a scelta ogni 3, 6 o 12 mesi.

Come arriva il mio contributo al bambino?

I soldi non sono consegnati direttamente al bambino, ma vengono utilizzati dai nostri operatori locali per lui e la sua comunità. L'Albero della Vita si impegna a trattenere solo una minima parte per coprire i costi di gestione.

Quanto dura il sostegno a distanza?

L'obiettivo del sostegno a distanza è a lungo termine, quindi il rapporto con il bambino continua fino al termine del ciclo scolastico. Il sostegno si può interrompere per motivi indipendenti da noi (ad esempio, se la famiglia del un bambino si trasferisce in un'altra zona): in questo caso verrai avvisato e potrai continuare sostenendo un altro bambino.

Se per qualsiasi motivo decidi di sospendere il tuo aiuto, ti chiediamo semplicemente di informarci con tempestività.

Cosa riceverò dal bambino che sostengo?


Oltre alla foto del bambino e alla scheda con la sua storia, ogni anno riceverai da lui due letterine (o due disegni) e una foto. Se sarà possibile, ti invieremo anche la sua pagella per seguire il suo corso di studi. Ogni sei mesi riceverai inoltre il nostro periodico "Nel Giardino del Re", dove troverai gli aggiornamenti sui progetti nei quali è inserito il bambino.

Potrò scrivergli?

Sì, inviandoci le tue lettere, due volte all'anno (preferibilmente in inglese), noi le inoltreremo al bambino. Ti invitiamo a non indicare mai il tuo indirizzo sulla busta, per evitare possibili richieste di persone non autorizzate e in ogni caso a fare lettere con contenuti brevi e semplici.

Posso fargli dei regali?

Al bambino farà certamente piacere ricevere regali da te. Per offrirgli il dono più adatto abbiamo scelto un regalo per le bambine e uno per i bambini, vicino alla cultura e alle abitudini dei piccoli. Tale regalo verrà acquistato sul posto.

Potrò andare nella comunità del bambino?

Sì, è possibile visitare la comunità locale e conoscere il bambino. Naturalmente si dovrà tener conto delle condizioni generali e del contesto in cui vive il bambino. Una volta all'anno viene organizzato un viaggio al quale potrai aderire.

Cosa sarà garantito al bambino grazie al mio contributo?

La quota di sostegno permette di garantire ad ogni bambino sostenuto cibo, assistenza sanitaria, un percorso scolastico completo e un aiuto alla sua comunità. In funzione del Paese, delle situazioni contingenti e dell'iter scolastico, potranno esserci fino a tre sostenitori per bambino.

Come si svolge l'attività di sostegno a distanza?

L'Albero della Vita collabora con organizzazioni locali da lungo tempo presenti nei Paesi in cui opera. Sono gli operatori locali, con i quali siamo costantemente in contatto, a segnalarci i bambini che hanno bisogno di aiuto e a fornirci i dati relativi alla loro storia e alla loro condizione familiare. Quando un bambino trova un sostenitore a distanza, gli operatori locali si impegnano a informarci costantemente sulle sue condizioni, sull'utilizzo dei fondi e sugli sviluppi dei vari progetti.

Dove opera
il Sostegno a Distanza: India

L'economia indiana sta crescendo ad un tasso del 6,9% annuo (Banca Mondiale -2005) e riveste un ruolo di guida nello sviluppo di software e di tecnologia informatica. Nonostante questo impetuoso sviluppo, il paese occupa il 127° posto nella classifica dell'indice dello Sviluppo Umano (l'Italia il 18°) e circa l'80% della popolazione vive con meno di 2 dollari al giorno.

Popolazione: 1.103.400.000
Aspettativa media di vita alla nascita: 63,3 anni
Povertà: 29% della popolazione vive sotto la soglia di povertà
Mortalità infantile: 63 ogni 1000 nati vivi
Mortalità tra i bambini entro i 5 anni: 87 ogni 1,000
Malnutrizione infantile (sotto i 5 anni): 47%
Percentuale di popolazione denutrita: 21%
Analfabetismo (popolazione sopra i 15 anni): 39%
Alfabetizzazione: Donne 61% - Uomini 73,4%

Fonti:
Banca Mondiale – 2004
UNDP - Human Development Report 2003 e 2005
U.N. Department of Economic and Social
Affairs - Population Division – 2004


» IL CONTESTO: WEST BENGAL

Il West Bengal è uno dei nove stati costieri dell'India e si estende dalle pianure temperate della costa alle zone glaciali dell'Himalaya. È uno degli stati più poveri del paese:

    * il tasso di analfabetismo è del 50%
    * la mortalità infantile arriva fino al 20%
    * il salario quotidiano di una famiglia è in media di 25 rupie (meno di mezzo euro)

Gli abitanti della regione vivono per lo più in capanne di bambù e iuta, con il pavimento di fango e il tetto di paglia, dove convivono fino a 10 persone.
La drammatica situazione, che colpisce soprattutto i bambini, ha spinto L'Albero della Vita a intervenire subito!

» I PROGETTI
LOCAZIONE: CALCUTTA

Nelle zone delle stazioni ferroviarie di Dum Dum, Barranagar, Dakhsineswar and Baghbazar (nel nord della città) gran parte della popolazione vive abusivamente nei pressi delle banchine. Molti sono immigrati che arrivano dagli stati adiacenti del Bihar e di Orissa o dal Bangladesh, spinti dall'estrema povertà in cerca di una condizione migliore.
Le abitazioni sono costituite da piccole baracche senza elettricità, né acqua potabile, né servizi igienici, nelle quali vivono anche famiglie di 8-10 persone. La popolazione è poverissima, le principali occupazioni sono costituite da lavori a giornata come raccoglitori di stracci, muratori o domestici. In ogni famiglia ci sono almeno 3 o 4 bambini, e spesso il più grande deve prendersi cura dei più piccoli. L'abbandono scolastico è altissimo perché molti piccoli sono costretti a lavorare per aiutare la famiglia.

L'Albero della Vita, in collaborazione con un operatore locale, ha deciso di intervenire nei quartieri delle stazioni e in tre zone periferiche con un progetto in via di sviluppo che raggiungerà fino a 10.000 bambini.
Per una maggiore efficacia, gli operatori locali si recano di casa in casa per spiegare alle famiglie l'importanza dell'istruzione per i loro figli.
Inoltre, per migliorare le condizioni di vita generali della comunità, il progetto prevede l'introduzione di servizi di microcredito, infrastrutture, corsi di aggiornamento sui diritti fondamentali, sui diritti delle donne, sulla salute.
Pace e Bene
 
Parrocchia Sacro Cuore
Via P. Giovanni Parisi TOR, 1
Santa Lucia del Mela (Me)
Tel. - Fax 090.9359393
Cell. 3452427585
E-mail: frafilippotor@gmail.com
Pubblicitá
 
AVVISI
 
EVENTI DI RILIEVO

Festa dell'Eccomi
Genitori e Araldini
Domenica 5 Febbraio 2012 - ore 18.00


Quarant'ore
dalle ore 7,30 alle ore 16.30
9 - 10 -11 febbraio 2012


Festa di Carnevale
Ore 16.00
18 febbraio 2012


Stazione quaresimale
da S. Caterina al Sacro Cuore
29 febbraio 2012


Festa del Si
***
6 maggio 2012


Araldinfesta
***
20 maggio 2012


Programma Settimanale
 
Corso di Cresima
Lunedi', ore 20.00

Corso PreMatrimoniale
Lunedi', ore 21.00

Catechesi Adulti
Martedi', ore 21.00

Incontro GiFra
Mercoledi', ore 21.00

Prove Coro
Venerdi', ore 21.00

Catechismo fanciulli
Sabato, ore 16.00

Araldini (dalla 3^ elem. alla Media)
Sabato, ore 17.00

Gruppo di Preghiera P. Pio
Primo Lunedi' del Mese
ore 16.30

Adorazione Eucaristica
Primo Venerdi' del Mese
ore 16.30

 


 


 
Fino ad ora ci sono stati 58401 visitatori (155931 hits) ad accedere a questo sito
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=